Chi aiuta il datore di lavoro a garantire la sicurezza?

Il datore di lavoro, servendosi del servizio di prevenzione e protezione-SPP esterno che lo supporta nella valutazione dei rischi lavorativi, non ha un obbligo formativo specifico in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

L’obbligo sorge solo nel caso in cui è consentito allo stesso di svolgere internamente i compiti del SPP. Read the rest of this entry »

l’importanza di una caldaia in buono stato.


È luglio, fa caldo, e con agosto la situazione non sarà certamente migliore ma non per questo dobbiamo trascura un elettrodomestico importantissimo per la vita di tutti i giorni (anche quelli estivi): la caldaia!
Intanto se dovete cambiarla acquistarla nella stagione vi permetterà di godere di prezzi scontati, dato che la richiesta invernale fa indubbiamente lievitare i prezzi.
Anche i controlli, a volte, costano un po’meno durante la stagione estiva, inoltre la caldaia funzionante e messa a punto prima dell’estate vi eviterà il rischio di rimanere senza acqua calda proprio quando tutti i tecnici sono in vacanza, o di rimanere al freddo se abitate in montagna e il tempo volge al brutto.
Se l’avete acquista da poco vi avranno anche spiegato bene come “mantenerla in salute” e tra quanto dovrete farla controllare. Se non è nuovissima ma comunque in buone condizioni la prima cosa da fare è informarsi presso il proprio comune di residenza sulle scadenze di manutenzione per evitare multe e sanzioni.
Se la caldaia non è più giovanissima i controlli devono intensificarsi. Solitamente se la caldaia ha meno di 8 anni il controllo è richiesto ogni 4 se ne ha di piú il controllo e la manutenzione andrebbero fatti ogni ogni due anni.
In ogni caso è importante che vi assicuriate che il tecnico sia specializzato (é fondamentale rivolgersi ad aziende serie e accreditate) e vi esegua il monitoraggio del consumo dell’acqua della caldaia, il controllo dei fumi e la verifica del consumo dell’acqua.
Una caldaia funzionante è fondamentale per la vostra sicurezza, per quella dei vostri vicini e dell’ambiente.
Per gli impianti oltre i 35 kw è opportuno fare il controllo annuale, anche se solitamente impianti cosí grossi sono condominiali e dovrebbe essere il vostro amministratore ad occuparsi della questione. 

Consolidamento sismico Bologna e provincia

L’Italia è un Paese ad elevatissimo livello sismico. Praticamente tutto il nostro territorio è soggetto a probabili scosse telluriche, anche di forte intensità. Questo perché il nostro territorio si trova in un’area di convergenza fra due grandi placche tettoniche da cui deriva un’inevitabile forte frizione: la placca euroasiatica e quella africana.

Questa situazione rende più che mai evidente la necessità di adeguare gli edifici alle più avanzate tecnologie antisismiche: posto che gli edifici di nuova costruzione devono seguire una normativa particolarmente stringente in tema di costruzioni antisistimiche, di fatto il nostro patrimonio immobiliare, risente dell’anzianità dello stesso per cui un vero e proprio adeguamento sismico degli edifici risulta una vera e propria necessità.

Anche a Bologna le tecniche di adeguamento sismico hanno visto una grande evoluzione e ad oggi si presentano meno invasive, più performanti e meno costose che in passato. Rispetto al classico utilizzo del ferro, oggi una delle tecniche migliori è quella che prevede l’utilizzo delle fibre di carbonio che permette di intervenire sull’edificio in maniera specifica attraverso le ottime qualità delle fibre stesse.

Per consolidare gli edifici con le fibre di carbonio si utilizza un determinato processo per fasi. Questo inizia sempre dalla progettazione di un ingegnere che prevede gli interventi specifici e mirati sullo stabile.

Una volta pulite e regolarizzate le pareti dell’edificio ad opera dell’impresa edile, si avvia il vero e proprio procedimento che prevede diversi passaggi che permettono di livellare, parificare le pareti e stendere le fibre di carbonio in uno o più strati: con il particolare know how dell’impresa Vivarelli ed e gli ottimi materiali Mapei, gli edifici vengono dotati di un sistema antisismico all’avanguardia.

Il processo per fasi vede l’utilizzo di primer, aggrappanti e resina per far aderire le fibre, quarzo per favorire la successiva applicazione dell’intonaco: alla fine si crea un sistema di fibre di carbonio resistenti quanto l’acciaio ed assai flessibile, compatibile con la normativa antisismica.

Con tecniche più tradizionali, sono stati eseguiti dall’impresa Vivarelli l’adeguamento antisismico di numerosi edifici storici in un vasto territorio compreso fra le provincie di Pistoia e Bologna con l’utilizzo di rinforzi in ferro, in particolar modo nei solai, sulle finestre e in generale sulle aperture dello stabile.

Particolare attenzione è stata rivolta alle cupole, tradizionalmente le opere murarie più delicate in caso di forti scosse. Qui il carbonio è stato modellato a fiocchi ed applicato, a seconda dei casi, internamente o esternamente alla cupola con un sapiente utilizzo di resina. A 24 ore dall’intervento il carbonio e la resina divengono un unicum con la struttura della cupola garantedole elasticità e solidità.

Le tecniche più recenti possono anche intervenire su edifici che presentano dissesti o segni di cedimento strutturali che possono essere dovuti ad un’errata progettazione dell’edificio oppure ad una valutazione non corretta dell’opera rispetto al terreno di competenza. Non va dimenticato che mutazioni ambientali o anche il deterioramento del terreno possono comportare criticità notevoli alle strutture edili.

Per affrontare tali criticità, ad oggi si può utilizzare la tecnica dei micropali: dal diametro variabile a seconda delle esigenze, i micropali riiescono a trasferire il peso dell’edificio dalla superficie in profondità, trovando nel terreno profondo, una solida base ove il peso viene distribuito in maniera omogenea.

Tale tecnica, una volta attuabile solo con macchine operatrici di grandi dimensioni, oggi può essere utilizzata anche con macchine di piccole dimensioni di cui Vivarelli dispone proprio per rendere stabili anche edifici con limitato accesso o in territori impervi. Questi interventi possono rendere stabili e sicuri interi edifici anche nel terreno roccioso così com’è quello dell’Appennino emiliano.

Vivarelli Costruzioni srl
Uffici: via Burione, 10 – 40045 Ponte della Venturina (BO) – Tel./Fax 0534.60080
Magazzino edile: Via Castellina, 11 – 40045 Ponte della Venturina (BO) – Tel. 0534.60094

La medicina omeopatica a Roma

Da diversi anni ormai è attivo a Roma lo studio di medicina omeopatica del dr. Candeloro, già allievo tra i più brillanti del compianto prof. Antonio Negro, e continuatore di quell’indirizzo dell’omeopatia che si propone di trattare sempre l’essere umano nel rispetto della sua naturale complessità psicofisica. Questo approccio, che pone al centro della cura il malato, ancor prima di sintomi o disturbi che costituiscono le singole malattie che, dalla medicina tradizionale, siamo tutti ormai abituati a conoscere, conduce necessariamente ad uno studio decisamente più approfondito di ogni singolo paziente.  Le cure omeopatiche, in altri termini, grazie a questo studio certosino del malato, vengono sempre personalizzate, e in questa maniera dirette alla terapia non soltanto di singoli organi o apparati, ma bensì delle cause più nascoste che si celano dietro a ogni sintomo o malattia.
Il dr. Candeloro realizza un simile approccio attraverso un colloquio conoscitivo del paziente che, in aggiunta all’esame fisico tradizionale, non dura mai meno di un’ora, e richiede, a distanza di tempo, visite di controllo necessarie a poter osservare l’evolversi favorevole del quadro clinico, sotto lo stimolo, prevalentemente energetico, del o dei rimedi omeopatici di volta in volta prescritti.
Questo particolare e alternativo modo di curare, che è tipico dell’omeopatia classica o hahnemanniana, ha visto crescere negli anni il gradimento dei tanti pazienti che si sono rivolti alle cure omeopatiche del dr. Candeloro, gradimento testimoniato dalle numerose opinioni positive ricevute, e consultabili al seguente link https://www.miagenda.it/prenotazioni.aspx?id=2 . E’ così, quindi, che l’esperienza professionale maturata nei numerosi anni di attività, sempre appassionata, si è concretizzata anche nella realizzazione di una serie di lezioni sulla materia, rivolte alla formazione omeopatica avanzata, e che completano l’attività clinica con quella, non meno importante, di insegnamento della materia.
Ma il dr. Candeloro in questi anni è stato anche autore di numerosi interventi su tv, radio e siti dedicati alla salute, perché anche decisamente impegnato nella divulgazione dell’omeopatia,  questa volta, però, attraverso un linguaggio comprensibile anche ad un pubblico di soli utenti, che possono trovare nei suoi tanti scritti ragione della necessità di rivolgersi molto spesso ad una cura, quale quella omeopatica, capace in ultima analisi  di rispettare la vera natura dell’essere umano, a qualsiasi età, e quindi di poterlo condurre a quella migliore guarigione possibile, che si esprima sempre in un ritrovato benessere, non solo fisico, ma anche e soprattutto esistenziale.

Rischi in azienda ma il RLS vigila e tutela i lavoratori

Cosa fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Read the rest of this entry »

Nuova detrazione fiscale per la sostituzione degli infissi

Sostituire gli infissi ha molti vantaggi da un punto di vista pratico: taglio dei costi di riscaldamento, migliore controllo sul rumore esterno, più efficace gestione della manutenzione, ecc. Negli ultimi anni, a questi vantaggi di tipo pratico, si è affiancato anche un vantaggio di tipo fiscale. Read the rest of this entry »

Installazione climatizzatore: i sette errori da evitare

Arriva l’estate il caldo e l’afa e, come tutti gli anni, molti corrono ai ripari acquistando e accendendo un climatizzatore. Il mercato ormai da disponibilità di modelli e prezzi per tutte le tasche ed esigenze, anche considerata la fortissima diffusione in case, negozi e luoghi di lavoro. Read the rest of this entry »